Un elenco dei Master post laurea per una carriera nella cooperazione internazionale

Non solo lavoro sul campo. Quello della cooperazione internazionale è un mondo vasto, che prevede professionalità e diverse e iper specializzate. Dalla tutela della salute pubblica, alla gestione dei conflitti. Dalla ricostruzione post catastrofe, all’alfabetizzazione.

Insomma, uno spettro che copre quasi la totalità delle professionalità. Per questo motivo, la formazione è un passaggio cruciale per la costruzione di una carriera. Del resto, questa è una regola universale, che riguarda qualsiasi percorso percorso professionale nel non profit.

Proviamo a consigliare alcuni master post laurea, nella consapevolezza che si tratta di un elenco parziale in aggiornamento (Se ne consiglieresti altri, scrivicelo nei commenti).

 Cooperation and developement network – Università di Pavia

Il master prevede 15 mesi di lezione, per un totale di 500 ore di lezione, seminari e workshop. Si tratta di un percorso full time e le lezioni sono interamente in lingue inglese. Per questo motivo, tra i requisiti per l’ammissione, c’è la conoscenza approfondita della lingua. Al termine del percorso di studi, è previsto uno stage di 3 mesi, sul campo o in un istituto di ricerca.

 Master in International Cooperation – ISPI School, Milano

Master della durata di 10 mesi, con tirocinio di 6 mesi. L’accesso è riservato a laureti e laureandi di laurea magistrale. Lo svolgimento delle lezioni è in aula e full time e prepara all’accesso alle professioni della cooperazione internazionale, nei campi dell’aiuto umanitario, dello sviluppo, della ricostruzione post conflitto e post catastrofe naturale, della Disaster Risk Reduction (DRR).

 Cooperazione Internazionale – Major del Master in Project Management, LUISS Business School, Roma

Master Universitario di I livello che mira a fornire ai partecipanti i più importanti strumenti metodologici e operativi, tecnici ed economici per pianificare, monitorare e controllare iniziative progettuali di cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari.

Le figure professionali saranno in grado di operare in campo umanitario, della cooperazione internazionale e del non profit. Al termine del Master, i partecipanti avranno acquisito le competenze necessarie per interfacciarsi con tutte quelle realtà che possono essere coinvolte in progetti di cooperazione: entità aziendali che si occupano di Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR), Fondazioni o altri enti del non profit.

Si tratta di un percorso innovativo, che crea una figura gestionale specificatamente per i progetti di sviluppo e cooperazione internazionali. Il corso, Master Universitario di I Livello, è stato creato insieme ad Amfref ed ha come partner anche Link2007, CCM – Comitato Collaborazione Medica, Banca Etica ed UNICEF. Il programma offre al termine del percorso fino a 7 stage in Amref ed altri stage all’interno delle Istituzioni Partner del Master e permette di testare competenze acquisite sul campo.

▷ Master in Project Management for International Cooperation, Euro-Project Management and Local Development – Social change school, Milano

Master annuale, completamente in lingua inglese. L’obiettivo è formare progettisti in grado di lavorare sia in Italia che all’estero. La forma è ibrida e prevede: seminari, workshop, e-learning, weekend all’estero e tirocinio.

 Master of Public Health – King’s college, Londra

Programma di studio multidisciplinare, con l’obiettivo di formare professionisti nell’ambito della gestione, promozione e implementazione della salute pubblica. Master biennale, in lingua inglese.

 Master in gestione delle risorse idriche nella cooperazione internazionale, Università Bicocca, Milano

Il master, organizzato dall’Università di Milano Bicocca, ha l’obiettivo di formare operatori specializzati nel settore WASH per la cooperazione per le emergenza umanitarie.

 Esperti in politica e in relazioni internazionali – Lumsa, Roma

Percorso di studio incentrato sulle relazioni politiche internazionali. In questo senso, il profilo professionale è orientato a ruoli diplomatici nelle istituzioni italiane ed europee. Oltre, ovviamente, a organizzazioni non governative internazionali. Per questo motivo, il master è riconosciuto dal Ministero degli Affari Esteri come corso idoneo alla preparazione al Concorso per la Carriera Diplomatica. Il corso rientra nei master di secondo livello: è necessaria una laurea magistrale, per l’accesso. Il periodo di stage è facoltativo. La durata del corso è annuale.

 Immigrazione. Fenomeni migratori e trasformazioni sociali – Università ‘Ca Foscari di Venezia

I cambiamenti sociali e culturali, derivanti dai flussi migratori del ventunesimo secolo, spingono istituzioni e organizzazioni non profit alla ricerca di nuove figure professionali. “Il principio di riferimento è quello di guardare l’immigrazione anche dall’altra parte – si legge sul sito del Master -, dalla parte delle popolazioni immigrate, viste come soggetti portatori di bisogni di emancipazione sociale e non come oggetti passivi o, peggio ancora, entità inferiori alla popolazione autoctona”. Master annuale e di primo livello. Non è specificata la partecipazione a uno stage, ma sono previsti 2 laboratori professionalizzanti.

 Master Universitario in Nuovi orizzonti di cooperazione e diritto internazionale – Focsiv, Roma

Corso di 16 mesi. L’obiettivo è formare professionisti nell’ambito della cooperazione e della progettazione. In particolare:

  • Operatore della cooperazione internazionale.
  • Esperto di co-progettazione
  • Legal Advisor in normative internazionali..
  • Policy Advisor in nuove politiche di cooperazione
  • Esperto di responsabilità sociale.

L’accesso è riservato a laureati e laureandi (con riserva), anche di primo livello e sono previste 500 ore di stage in Italia o all’estero.

 

Formazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.