Fundraiser per gli ospedali: una sferzata di energia

Intervista a Fabiano Sarti, consulente di raccolta fondi e marketing da 15 anni, al timone della squadra di attivisti fundraiser a sostegno degli ospedali di Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

 

Non ha esitato un momento, Fabiano Sarti (qui il suo profilo LinkedIn), consulente di raccolta fondi: appena intercettato l’appello di Job4good alla creazione di una task force di fundraiser a supporto degli ospedali in emergenza, ha risposto al volo. Oggi, qualche tempo dopo, è parte del team di attivisti, al timone con passione e dedizione del coordinamento del gruppo di fundraiser che sta lavorando senza sosta per sbloccare le campagne a favore degli ospedali di Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

In poco meno di un mese siamo riusciti a contattare ben 33 ospedali senza particolari problemi, dato che i nostri interlocutori si sono dimostrati disponibili da subito a collaborare fidandosi di noi, e ad oggi stiamo lavorando attivamente su 5 campagne per uno sblocco totale di circa 63.000 euro”.

Qual è il ruolo del fundraiser in questa situazione di emergenza e perché si sta rivelando importante?

Il fundraiser è un professionista di raccolta fondi” esordisce Fabiano “che in questo momento sta dimostrando di fare del proprio meglio, mettendo a disposizione tutte le proprie esperienze e competenze a sostegno degli ospedali italiani che stanno combattendo in prima linea contro il COVI-19. Il ruolo del fundraiser sta risultando molto importante per riuscire a sbloccare le tante campagne create a sostegno degli ospedali italiani.

Sono sempre più convinto che la nostra vera missione, ovvero quella di diffondere e costruire non solo la cultura del saper donare, ma anche quella del saper ricevere, mai come ora ci stia chiamando a fare del nostro meglio. Oggi più che mai ci stiamo rendendo conto quanto sia preziosa la propensione al dono e noi fundraiser siamo chiamati a fare la nostra parte per sostenere la generosità dei donatori che, ancora una volta, si sta dimostrando davvero immensa”.

Cosa ti sta dando questa esperienza?

Il poter fare qualcosa di utile, soprattutto in questo momento di estremo bisogno, per me significa tanto, ma il sentirmi travolto dall’entusiasmo contagioso dei giovani del mio gruppo è l’aspetto che sicuramente sto apprezzando di più. Questi ragazzi, oltre ad essere molto in gamba, stanno dando una sferzata di energia al mio lavoro, nonché alla mia passione, senza precedenti”.

Grazie di cuore, Fabiano, e buon lavoro a tutti voi!

  • Condividi questo post

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.