Focus: l’assistente sociale

Recuperare e reintegrare nella società le persone in condizioni di disagio economico, sociale e morale. Ecco di che cosa si occupano gli assistenti sociali, rappresentanti di una delle professioni più conosciute e antiche del Terzo Settore. Più che un lavoro, una missione di vita che accompagna, fra gli altri, minori, adulti, anziani, migranti, ex detenuti ed ex tossicodipendenti sulla via della riabilitazione sociale e del miglioramento delle proprie condizioni di vita.

 

scheda-tecnica_Assistente-SocialeCome si diventa assistente sociale?

Le carriere universitarie per intraprendere una carriera da assistente sociale sono, soltanto due (come sempre, quando parliamo di corsi di laurea, consigliamo di seguire la classe, in quanto le denominazioni possono cambiare a seconda dell’ateneo di riferimento):

  1. Corso di Laurea triennale in Servizio Sociale (Classe L-39);
  2. Corso di Laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali (Classe L-M87).

Questi due percorsi si differenziano per il tipo di professionista che andranno a formare, se assistente sociale di base o specializzato. La differenza tra i due profili è sostanziale: l’assistente sociale dotato solo di laurea triennale si occuperà di mettere in contatto le persone in condizione di disagio con le istituzioni competenti oppure con gli enti del Terzo Settore in grado di rispondere alle sue esigenze; l’assistente sociale specializzato, oltre a questo, avrà anche le qualifiche necessarie per partecipare in prima persona (come firmatario, come supervisore o come figura socio-educativa) alla programmazione dei piani di intervento, entrando a far parte di un team multidisciplinare con figure mediche ed educative. Entrambi i percorsi prevedono ore di tirocinio e propedeutiche alla laurea e all’abilitazione, obbligatoria per esercitare la professione e da ottenersi con il superamento di un esame di stato.

 

Di che cosa si occupa l’assistente sociale?

L’assistente sociale è una figura fondamentale per gli Enti del Terzo Settore e per il comparto Statale addetto all’accompagnamento delle persone in situazione di necessità. È lui, infatti, ad occuparsi di tutti i loro bisogni sociali, educativi ed economici, pianificando operazioni di recupero e stringendo rapporti con varie realtà private ed istituzionali del territorio al fine di riscattare la loro condizione e promuovere il loro reinserimento nel tessuto sociale.

Le modalità di intervento dell’assistente sociale variano in base ai compiti che gli sono affidati: se si occupa di ricerca e servizi di accompagnamento sociale, il professionista assume un ruolo tecnico; se invece preferisce mansioni operative, in particolare in ambienti sociali o sanitari, la sua figura professionale assumerà i connotati di un lavoro sul campo.

 

Le soft skills di un assistente sociale

L’assistente sociale deve avere grande tempra e una forte vocazione all’aiuto degli altri. Sebbene ci sia una parte di pianificazione e di indagine, quello dell’assistente sociale non è un mestiere da svolgere unicamente dietro una scrivania: si tratta, infatti, di una professione a stretto contatto con l’utenza e con un équipe multidisciplinare, per questo motivo l’assistente sociale deve avere forti capacità di risoluzione dei problemi e delle conflittualità, apertura mentale, un certo orientamento al lavoro in équipe e una buona dose di empatia e ottime doti organizzative. Un plus sono, come sempre, le conoscenze linguistiche.

 

Dove lavora un assistente sociale?

L’ambito operativo di un assistente sociale comprende una vasta porzione della popolazione: non è raro, infatti, vederli comparire, come dipendenti o liberi professionisti,  nell’organico di consultori famigliari, centri per la disintossicazione da alcool o droghe, servizi residenziali o semiresidenziali pubblici o privati, Enti del Terzo Settore come cooperative sociali, fondazioni e associazioni, Tribunali minorili, centri per gli immigrati, case famiglia o dipartimenti per la salute mentale.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.