8 libri per iniziare a conoscere il lavoro nel Terzo settore

Lavorare nel Terzo settore significa lavorare in un contesto con professionalità specifiche. Capire il contesto sociale, fiscale, lavorativo e culturale del Terzo settore attraverso i libri può aiutarti a entrare più nello specifico nell’ambito in cui vuoi lavorare. Scegliere la tua professione significa anche formare le proprie competenze, aumentare consapevolezza e conoscenze riguardo gli ambiti su cui vuoi lavorare.

Per questo ti vogliamo consigliare dei libri che arricchiscano la tua conoscenza del Terzo settore dai vari punti di vista.

Gli otto libri che ti consigliamo

  1. Terzo settore 2023 (2023) di Gabriele Sepio.
    La Riforma del Terzo settore viene esaminata in maniera approfondita, evidenziando le novità nel sistema giuridico e tributario degli Enti del Terzo Settore. L’opera, arricchita dai contributi di esperti del settore, copre temi che vanno dalla disciplina codificata, alle tipologie di enti, agli aspetti fiscali, contabili e di controllo, fino ai rapporti con la Pubblica Amministrazione e il mondo del lavoro e del volontariato.
  2. Fare fundraising. Il manuale più venduto per fare raccolta fondi (2023) di Valerio Melandri.
    Il libro si rivolge a chi sogna di cambiare il mondo attraverso progetti sociali, ambientali, di ricerca, e altro ancora, sottolineando che realizzare questi sogni richiede risorse finanziarie. Affronta la sfida del fundraising come necessità, seppur spesso percepita come scomoda o umiliante, presentandola come strumento cruciale per concretizzare tali aspirazioni.
  3. L’ educatore professionale. Una guida per orientarsi nel mondo del lavoro e prepararsi ai concorsi pubblici (2018) di ANEP.
    Questo libro funge da guida completa per educatrici/tori professionali, coprendo la formazione, le aree di intervento, le metodologie di lavoro e la collaborazione con altri professionisti, anche in relazione alle più recenti normative. Offre strumenti pratici per la ricerca di lavoro nel settore pubblico e privato, preparazione ai concorsi pubblici, e tecniche per redigere efficacemente un curriculum.
  4. Il nuovo servizio civile. La meglio gioventù in azione (2022) di Maurizio Ambrosini e Anna Cossetta.
    Originariamente introdotto come alternativa militante al servizio di leva, il Servizio civile è diventato un prolungamento dell’impegno volontaristico e solidale, e un dispositivo di educazione alla cittadinanza attiva. Ma di fatto è inteso anche come un possibile rimedio alla disoccupazione giovanile e un’esperienza professionalizzante. Gli autori ne illustrano l’evoluzione, le diverse interpretazioni e le nuove tendenze. Per andare al cuore di una scelta di impegno.
  5. Digital Fundraiser. La guida essenziale per chi fa raccolta fondi online (2017) di Elena Zanella.
    Questo libro esplora il ruolo del digital fundraiser, delineando le competenze, gli strumenti e le strategie necessarie per promuovere efficacemente le attività sociali e la raccolta fondi online. Attraverso l’esperienza dell’autrice, si offrono metodi, obiettivi e trucchi del mestiere per organizzare e pianificare il lavoro di raccolta fondi nel medio-lungo termine.
  6. Fondamenti di comunicazione sociale. Diritti, media, solidarietà (2012) di Gaia Peruzzi.
    Il libro interroga l’esistenza e il valore della comunicazione sociale: inizialmente critica le definizioni tradizionali per poi presentare la comunicazione sociale come catalizzatore di diritti umani e solidarietà civile. Successivamente, attraverso lo studio comparato di cinque casi di giornalismo sociale, esplora gli elementi che caratterizzano la comunicazione impegnata, analizzando le dinamiche editoriali, il rapporto con il settore non profit e i media mainstream.

  7. Lo sviluppo sociale delle comunità. Come il terzo settore può rendere protagoniste, partecipative e coese le comunità territoriali (2021) di Luciano Squillaci e Andrea Volterrani.
    Il libro esplora un nuovo approccio allo sviluppo delle comunità, sia reali che digitali, sottolineando il ruolo cruciale degli enti di terzo settore come partner e non come superiori o servitori. Propone un modello di sviluppo sociale centrato sull’aumento della consapevolezza dei cittadini, sulla costruzione di relazioni significative e sul potenziamento della coesione sociale, visti come fondamenta indispensabili per qualsiasi progresso economico.

  8. Comunicazione e advocacy per il terzo settore. Modelli, formate, pratiche (2021) di Maria Cristina Antonucci ed Elena Zanella.
    Il volume fornisce una guida chiara e accessibile sui principi di comunicazione e advocacy per gli Enti del Terzo Settore, evidenziando come questi possono interagire efficacemente con imprese, amministrazioni e cittadini. Analizza sia l’aspetto esterno che quello interno della comunicazione, sottolineando l’importanza di narrare le proprie attività, valorizzare i legami organizzativi e costruire un’identità pubblica distintiva. Offre anche strumenti pratici, come il piano di comunicazione e di advocacy, per promuovere l’immagine pubblica dell’ente.

 

Se avete altri libri da consigliare, scriveteli nei commenti!

Buona lettura.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.