Fondazione-Laureus-Onlus

Fondazione Laureus: abbiamo trovato la nostra risorsa grazie a Job4good

Sostenere i minori che vivono in condizioni di forte deprivazione economica e sociale, grazie all’uso della pratica sportiva come strumento educativo. È la mission della Fondazione Laureus Italia Onlus, che opera con i ragazzi delle periferie di Milano, Napoli e Roma, in collaborazione con le scuole, le cooperative e le associazioni sportive locali e di quartiere.

La Fondazione Laureus sta crescendo e si è rivolta a Job4good per cercare un social media specialist. Alice Impellizzeri (responsabile Marketing e Raccolta Fondi) ha seguito il recruitment. Ci ha raccontato come è andata.

Da cosa è nata la scelta di utilizzare Job4good per la vostra ricerca?
Abbiamo deciso di cercare una risorsa che si occupasse di social media.
Ho conosciuto i fondatori di Job4good durante il master in Management delle imprese sociali e del non profit della Bocconi. Abbiamo collaborato per un progetto formativo. E da allora, anche confrontandomi con altri operatori del settore, mi sono accorta che il portale sta diventando un punto di riferimento per le organizzazioni e per i candidati. Quindi abbiamo deciso di inserire la vacancy.

Che metodo avete utilizzato?
Abbiamo fatto una ricerca nel database degli iscritti. Ma abbiamo ricevuto anche diverse candidature alla nostra offerta. Da una di queste è nata la collaborazione con il nostro attuale social media specialist. Siamo riusciti a coniugare domanda e offerta. Lui è un ragazzo giovane e allo stesso tempo molto competente, era alla ricerca di uno stage curriculare per completare il suo percorso formativo. Ma oltre a questo, abbiamo valutato la sua condivisione della nostra mission e dei nostri valori. Aveva già svolto attività di volontariato in associazioni sportive e curato progetti personali online.

Quali sono, secondo te, i punti di forza?
Dal punto di vista delle organizzazioni, permette di fare un po’ di  brand awareness, farci conoscere e creare reti e collaborazioni anche con altre realtà. Ma i vantaggi, secondo me, sono anche per i possibili candidati. Si tratta di un portale rivolto esclusivamente a persone che cercano lavoro nel non profit. Questo permette di fare già una prima scrematura. E le organizzazioni, al tempo stesso, possono rivolgersi a un pubblico già targettizzato.
È importante, in un mondo che si alimenta prevalentemente con il passaparola, avere un riferimento sul web.

Cosa consiglieresti a un ragazzo che sta cercando lavoro nel non profit?
Passione e motivazione, innanzi tutto. Devono sapere che senza questi requisiti non si ha vita lunga nel mondo del non profit. Spesso si lavora con poco budget. Senza la giusta condivisione dei valori dell’associazione si fatica.
La risorsa inserita grazie a Job4good, in questo senso, è perfettamente in linea con quello che stavamo cercando.

E in merito alle competenze?
La passione da sola non basta. Bisogna anche dimostrare di essere competenti nel campo in cui ci si candida. E di ragionare per obiettivi. Anche se la mission di una ong è diversa da quella di una multinazionale, non significa che ogni organizzazione non abbia degli obiettivi, anche economici, da raggiungere. Anzi, l’intervento finanziario pubblico si riduce sempre di più e le associazioni devono saper contare sulle proprie forze.

I candidati non devono sottovalutare questo aspetto. Devono raccontare che obiettivi vogliono raggiungere, quelli che hanno raggiunto in passato e in che modo possono essere d’aiuto alla onlus per la quale si stanno candidando. Insomma, un giusto mix di passione, motivazione e professionalità.

 


Se anche tu vuoi lasciare una tua testimonianza, questo è il link che fa per te www.job4good.it/invia-una-segnalazione/

Interviste

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.