Il Porto dei piccoli

  • Pagine Social:

Panoramica

  • Settori
  • Vacancies Attive 1
  • Causa DisabilitàInfanzia e minoriSalute, sanità e ricerca medica
  • Tipo di Entità Ente Non Profit

Descrizione

Il Porto dei piccoli: mare, gioco e cultura per i bambini in ospedale

Portare il mare a tutti i bambini che affrontano la malattia perché attraverso il gioco possano ritrovare gioia e serenità, salpando insieme ogni giorno verso fantastiche avventure lontane dall’ospedale e dal luogo di degenza.

Questa è la mission del Porto di piccoli ONLUS, nata nel 2005 da un’idea di Gloria Camurati e che, partendo dall’istituto G. Gaslini di Genova, in 13 anni ha raggiunto tantissimi bambini in diverse regioni italiane, avviando collaborazioni con i principali centri pediatrici nazionali.

Il mare rappresenta la caratteristica costante delle attività ludico-pedagogiche che ogni giorno gli Operatori portano in ospedale e nelle abitazioni dei bambini. Il mare è un elemento che unisce, che mette in comunicazione con luoghi lontani e coinvolge con i suoi misteri e la sua infinita bellezza. Una formidabile risorsa che porta con sé cultura e storia, valori umani, serenità e forza. Un elemento perfetto per stimolare e coinvolgere i bambini.

Il Porto dei piccoli si rivolge a tutti i bambini indipendentemente dalla patologia, dedicando particolare cura alla dimensione “famiglia”. Gli operatori entrano ogni giorno in corsia e nelle case, offrendo una presenza amichevole ed un punto di ascolto per cercare di riportare quella serenità che è coi importante per affrontare al meglio la malattia. In esterno si organizza ogni fine settimana un’Esplorazione, un’avventura che vede protagonisti i bimbi alla scoperta delle meraviglie del mare e del porto.  Specifici progetti sono dedicati alle scuole per sensibilizzare al tema del ricovero ospedaliero e della solidarietà.

Ad oggi Il Porto dei piccoli ha coinvolto più di 10.000 bambini tra il Piemonte, Toscana, Lombardia, Emilia, Roma e Malta, per far rete con le realtà locali e portare gioia e serenità a tutti i bimbi in terapia dovunque si trovino, anche dove il mare non c’è.

L’Associazione vuole essere una grande famiglia in grado di creare legami attraverso il mare, un porto sicuro dove chiunque possa trovare sostegno e non sia mai solo ad affrontare la malattia.