Job description

Posto: Capoprogetto (con esperienza senior)

Posizione: Fa riferimento al rappresentante paese del consorzio PMM e CISV e al Desk geografico di PMM in Italia

Contratto: contratto a progetto

Disponibilità: fine febbraio 2019

Durata: 12 mesi con possibilità di estensione (incluso 3 mesi di periodo di prova)

Sede di lavoro: Gonaïves (Haiti) con frequenti trasferte a Anse Rouge e Terre Neuve (Dipartimento dell’Artibonite)

Compenso: Il compenso sarà commisurato all’esperienza della persona selezionata e alle politiche salariali dell’organizzazione

ProgettoMondo Mlal Onlus e Cisv (Comunità Impegno Servizio Volontariato) Onlus costituiscono ad Haiti un consorzio stabile. Il consorzio realizza una serie di progetti di sviluppo nel campo dell’agricoltura, rafforzamento di organizzazioni di base, nuove energie, diritti umani e protezione dell’infanzia. Le due Ong si sono dotate nel paese di una struttura di coordinamento unica, con un unico rappresentante paese comune. La figura ricercata contrattata da PMM sarà responsabile del coordinamento di un programma multisettoriale di sicurezza alimentare con azioni di valorizzazione dei prodotti locali, protezione dei bacini idrografici e di rafforzamento delle reti di sicurezza sociale per migliorare la resilienza e la sicurezza alimentare e nutrizionale di comunità vulnerabili dei communi de Anse Rouge et de Terre Neuve (Département de l’Artibonite).

DESCRIZIONE DEI COMPITI/MANSIONI:

PMM sta ricercando un capoprogetto espatriato per il coordinamento di un programma pluriannuale di intervento cofinanziato dall’UE nell’ambito del programma FED intervenente nell’ambito della sicurezza alimentare e nutrizionale con componenti di gestione ambientale, rafforzamento di catene produttive, sostegno alla commercializzazione e sicurezza nutrizionale. In particolare, il capoprogetto:

  • Coordina e monitora le attività di progetto nel rispetto degli indicatori di impatto previsti
  • Accompagna e fornisce supporto tecnico all’equipe locale, compresi i partners, per una corretta gestione del ciclo di progetto
  • Realizza contatti ordinari con gli interlocutori operativi e istituzionali coinvolti nella realizzazione del progetto
  • Coordina, supervisiona e monitora compiti e attività realizzate dal personale che opera nel progetto
  • Applica meccanismi relativi all’eventuale formazione on the job del personale che opera nel progetto
  • È responsabile della produzione (in prima persona o coordinando risorse esterne) di documenti necessari alla realizzazione del progetto:
    • Piani operativi periodici (POG e POA) e aggiornamenti posteriori
    • Rapporti intermedi e finali tecnici e finanziari e addenda
    • Documenti di valutazione in itinere e/o finale del progetto
    • Piano di comunicazione e materiali divulgativi
  • Svolge le seguenti responsabilità e funzioni amministrative:
    • Supervisione del personale di supporto al progetto (in ambito amministrativo, logistico e risorse umane)
    • Verifica e validazione delle prime note mensili relative al progetto e del corretto utilizzo del programma gestionale da parte dei collaboratori del comparto amministrativo operando un controllo di gestione
    • Identificazione degli impegni economici e finanziari necessari per la realizzazione del progetto
  • Coordina e supervisiona le procedure di acquisto dei beni e servizi secondo le regole del finanziatore
  • Raccoglie e trasmette tutte le ulteriori informazioni richieste dai referenti in Italia

Requisiti obbligatori:

  • Spiccate competenze/abilità relazionali, sia in riferimento ai rapporti istituzionali che a quelli interpersonali. Sensibilità e predisposizione al dialogo interculturale
  • Competenze ed esperienza nel settore, in particolare dello sviluppo rurale, associativismo rurale, cooperativismo, preservazione ambientale
  • Profilo professionale orientato al settore della cooperazione internazionale, con particolare riferimento alle funzioni gestionali dei progetti di sviluppo
  • Imprescindibile l’ottima conoscenza della lingua francese
  • Comprovata esperienza nella realizzazione di analisi di fattibilità per l’elaborazione di nuove proposte progettuali e scrittura di nuovi progetti da presentare a donors istituzionali e privati (MAE, UE, Nazioni Unite).

La capacità progettuale e l’abilità nel gestire i rapporti istituzionali saranno oggetto di attenta valutazione in sede di selezione così come l’analisi delle pregresse esperienze lavorative.

Criteri di selezione:

  • Laurea o titolo equivalente in agronomia, scienze ambientali, ingegneria ambientale
  • Esperienze professionali pregresse in funzioni gestionali, con ruolo di coordinamento di progetti co-finanziati dalla UE, MAE/AICS, Agenzie delle Nazioni Unite e altri donors internazionali (almeno 6 anni dimostrabili)
  • Esperienza lavorativa pregressa in paesi francofoni (almeno 4 anni dimostrabili)
  • Eccellente conoscenza delle politiche e delle pratiche relative ad interventi di sicurezza alimentare e nutrizionale, mitigazione cambio climatico e prevenzione
  • Conoscenza ed esperienza pregressa nell’uso degli strumenti e metodologie partecipative
  • Conoscenza degli strumenti gestionali di pianificazione e monitoraggio dei progetti di cooperazione internazionale (elaborazione di un POG, POA, report di monitoraggio intermedi e finale).
  • Conoscenza degli strumenti per l’amministrazione e contabilità (programmi gestionali) dei progetti di cooperazione, con particolare riferimento alle procedure di rendicontazione di progetti UE
  • Disponibilità a fare trasferte in regioni periferiche e/o rurali, talvolta in condizioni disagiate
  • Conoscenza linguistica: Francese e italiano (ottimi, livello C1/C2)
  • Capacità di analizzare le esigenze e le priorità di intervento e di redigere nuove proposte progettuali.
  • Buone capacità organizzative e capacità di gestione delle proprie tempistiche e responsabilità
  • Elevata capacità di fare rete nel trattare con gli stakeholders e in particolare con le autorità locali, le istituzioni e i donatori ad un alto livello di performance per promuovere lo sviluppo e la messa in pratica di programmi di sviluppo
  • Capacità di lavorare in gruppo in un contesto multiculturale, capacità di negoziazione e diplomatiche; flessibilità in termini culturali ed organizzativi
  • Capacità di lavorare sotto pressione e di gestire programmi e rispettare i termini delle scadenze
  • Buona conoscenza del pacchetto Microsoft Office.

Inviare candidatura e curriculum vitae al seguente indirizzo:

Contatto: inviare CV (in Italiano) e lettera di motivazione in francese (requisito necessario) corredata da due contatti a cui rivolgersi per referenze all’indirizzo e-mail [email protected] entro e non oltre il 20 gennaio 2019. Solamente i candidati preselezionati saranno contattati.

Info su Progettomondo.mlal

Da sempre impegnata nella difesa dei diritti umani, Progettomondo.mlal è un’organizzazione non governativa di cooperazione internazionale che si impegna ogni giorno per garantire una vita dignitosa a tutti, distanti da logiche assistenziali, e mettendo al centro le persone.

Nata nel 1966 per promuovere lo sviluppo sostenibile, una nuova forma di giustizia e una migrazione consapevole in America Latina e in Africa, in Italia e in Europa l’Ong promuove la Global education e l'incontro fra culture differenti.

Partenariato e co-progettazione hanno impegnato Progettomondo.mlal per 50 anni “dalla parte giusta”, in un’esperienza collettiva vissuta con più di 1.000 operatori e volontari, in 24 paesi dell’America Latina e dell’Africa, in Italia e in Europa, con oltre 450 progetti e iniziative.
Il modus operandi dell'Ong è di elaborare e programmare le attività insieme alle istituzioni e realtà dei Paesi in cui opera, in uno sforzo comune di strategie per promuovere processi di sviluppo e di lotta alla povertà.

La sede di Progettomondo.mlal è a Verona, ma gruppi territoriali di volontari e promotori sono attivi in Veneto, Lombardia, Trentino Alto Adige, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria ed Emilia Romagna.

Progettomondo.mlal è tra i fondatori della Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario (FOCSIV) e membro della Coalizione Italiana contro la Povertà (GCAP Italia), dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile (AITR), del cartello “Nella Mia Città Nessuno è Straniero” di Verona, della piattaforma ONG2.0, oltre che socio di Banca Etica. Sostiene inoltre il Movimento Italiani senza cittadinanza.