Job description

Project Development Manager – sede ICU di Roma

Deadline per la candidatura: 19/07/2019

Disponibilità: secondo semestre 2019

Tipologia di contratto e retribuzione: a seconda del profilo del candidato, con periodo di prova

Sintesi della posizione

Il Project Development Manager (PDM) costituisce il pilastro fondante della struttura di sede dell’ICU. Coordina in maniera efficace i collaboratori esteri e talvolta quelli in Italia con l’obiettivo primario di avviare nuove partnership, sviluppare idee progettuali, ottenere le risorse finanziarie per poterle implementare e consolidare le relazioni con i donatori. In secondo luogo, si occupa di supervisionare l’andamento dei progetti in corso in supporto al personale espatriato.

In questo ruolo, autonomia e delega vanno di pari passo con responsabilità e focus sul raggiungimento degli obiettivi; fondamentale è infatti la capacità di auto-finanziare il proprio compenso con i risultati.

I compiti sono sia direttamente connessi all’attività progettuale (es. ricerca bandi, scrittura progetti, controllo delle rendicontazioni, autorizzazione ai trasferimenti bancari, incontri con i donatori…) sia trasversali (es. comunicazione, formazione…), riportando alla Direzione ICU.

Potrà essere prevista un’area geografica di riferimento, tipicamente su Paesi dell’area mediorientale e/o Africa subsahariana; la posizione prevede frequenti trasferte (a titolo indicativo una settimana al mese).

È requisito imprescindibile l’ottima padronanza delle lingue Italiano, Inglese e Francese.

Fondamentale l’interesse ad assumere un ruolo con un orizzonte pluriennale.

Caratteristiche che costituiscono titolo preferenziale

  • Network personale di donatori internazionali, fondazioni, fondi, aziende
  • Esperienza professionale nel settore privato
  • Periodi di studio e/o di lavoro all’estero
  • Esperienza in gestione di progetti di cooperazione allo sviluppo
  • Esperienza in gestione amministrativa e logistica eseguita in prima persona
  • Buone capacità relazionali e comunicative anche in contesti istituzionali
  • Buona empatia e capacità di instaurare relazioni stabili e durature
  • Conoscenza delle procedure dei principali donatori internazionali (es. AICS, UE, USAID…)
  • Corsi di specializzazione, anche in tematiche non attinenti alla cooperazione internazionale
  • Esperienza lavorativa inferiore ai 7 anni

Come candidarsi

Inviare all’indirizzo: [email protected] due documenti allegati:

  • CV aggiornato in italiano o in inglese
  • Lettera motivazionale (in italiano, inglese o francese) dove vengano trattati almeno i seguenti temi: eventuale conoscenza pregressa dell’ICU o di suoi collaboratori, come la propria esperienza personale e professionale possa essere utile e valorizzata per questa posizione, retribuzione annua lorda attesa, data di prima disponibilità

L’oggetto dell’email dovrà essere “PDM Roma – candidatura di NOME COGNOME”.

Si anticipa che solo i candidati pre-selezionati saranno contattati.

Tagged as:

Info su Istituto per la Cooperazione Universitaria Onlus (ICU)

L’ICU – Istituto per la Cooperazione Universitaria Onlus è un’Organizzazione non governativa che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo nei paesi del Sud del mondo e promuove iniziative di informazione ed educazione sui temi della solidarietà internazionale.

L’ICU è sorto nel 1966, per iniziativa di alcuni docenti italiani, con l’obiettivo di favorire a livello internazionale lo sviluppo della cultura e della scienza al servizio dell’uomo. Tale finalità si può riassumere in una duplice ed interdipendente azione di:

sviluppo umano e sociale nei paesi meno industrializzati o in via di transizione attraverso programmi di cooperazione internazionale, con particolare attenzione alla formazione;
diffusione di una cultura della cooperazione allo sviluppo inteso come promozione integrale della dignità umana.
L’ICU, dalla sua costituzione, ha realizzato circa 480 progetti di cooperazione in oltre 40 Paesi in America Latina, Africa, Bacino del Mediterraneo e Vicino Oriente, Europa, Asia e Pacifico per un budget complessivo di circa 150 milioni di euro.

I principali settori d’intervento sono:

-cooperazione universitaria
-educazione e formazione professionale
-igiene e sanità
-sviluppo rurale
-promozione della donna
-sviluppo sociale
-emergenza

L’ICU è partner di ECHO – European Community Humanitarian Office – per la gestione di progetti di emergenza, è ente riconosciuto da USAID, è membro della Giunta Direttiva della READI -Red Euro-Arabe de ONG para el Desarrollo y la Integracíon e di Link2007; collabora e riceve finanziamenti dal Ministero degli Affari Esteri ed Enti locali italiani, dall’Unione Europea e dagli Organismi Internazionali. E’ inoltre sostenuto da fondazioni, imprese e privati cittadini.