Job description

Progetto Ayllus: rafforzamento delle comunità indigene della Bolivia

Il progetto intende creare coinvolgendo partners locali e internazionali, le condizioni per uno sviluppo economico sostenibile, rendendo attori protagonisti donne e giovani della Regione Amazzonica boliviana ed investendo sulle potenzialità dell’area: la biodiversità e la vocazione agroforestale. Nei Municipi di intervento, i prodotti silvestri con maggiore potenziale sono il Cacao silvestre, i frutti del “Asai” (Euterpe oleracea), del “Majo” (Oenocarpus bataua) e del “Tamarindo”, il miele, i semi di specie arboree utilizzati per manufatti artigianali. Si tratta di prodotti poco valorizzati ma comunque al centro dell’economia familiare delle comunità indigene amazzoniche, importanti per la tutela della biodiversità. L’azione si propone di rafforzare queste filiere produttive relativamente nuove nel contesto dell’Amazzonia Boliviana, affinché i benefici siano equamente ripartiti tra tutti gli attori coinvolti, in primis le comunità indigene contadine. Intende inoltre aumentare i volumi di produzione e la produttività, mantenendo però l’agricoltura a livello familiare attraverso la promozione di Sistemi Agro Forestali (SAF). I SAF consentono, infatti, una gestione sostenibile delle risorse naturali e del territorio, valorizzandone le potenzialità e contribuendo alla sicurezza alimentare e al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni, con una diversificazione produttiva e la generazione di un surplus produttivo commerciabile.

Principali responsabilità e mansioni:

  • Responsabilità nel raggiungimento di risultati e obiettivi del progetto e del rispetto delle procedure previste dal contratto di finanziamento firmato: coordinamento, gestione, esecuzione e monitoraggio del progetto di competenza, inclusi i suoi eventuali progetti a cofinanziamento, in tutte le fasi di programmazione e realizzazione secondo i piani operativi annuali approvati, e nel rispetto delle procedure interne e dei finanziatori.
  • Responsabilità sulla corretta gestione amministrativa del progetto: Controllo dei piani finanziari e di spesa, della coerenza e corretta archiviazione dei documenti giustificativi di spesa, del corretto uso del sistema di contabilità e del rispetto delle regole del donatore. Analisi delle criticità. Controllo dello stato del cofinanziamento.
  • Responsabilità sulla corretta elaborazione dei documenti relativi alla realizzazione del progetto: Elaborazione piani esecutivi periodici ed eventuale integrazione ed aggiornamento, formulazione di eventuali variazioni che devono essere approvate dal donatore, formulazione di note informative e rapporti sulle attività realizzate, elaborazione della rendicontazione finanziaria e narrativa secondo le regole del donatore e raccolta e elaborazione di tutti i documenti allegati necessari.
  • Responsabilità nella contrattazione, gestione, supervisione e monitoraggio del personale in loco relativo al progetto: identificazione dei bisogni in termini di risorse umane, partecipazione alla fase di selezione, gestione dei contratti, supervisione e monitoraggio dei compiti e delle attività realizzate.
  • Responsabilità nella gestione degli acquisti nel rispetto delle procedure del finanziatore
  • Definizione del piano di comunicazione del progetti e partecipazione all’elaborazione dei materiali di visibilità e comunicazione
  • Responsabile dell’identificazione di possibilità di co-finanziamenti in loco e della scrittura di progetti a co-finanziamento: Avvio e sviluppo contatti e negoziazioni con possibili donatori e nuovi partner e partecipazione alla identificazione ed elaborazione di nuovi progetti (contenuto, partenariati e budget)
  • Rappresentanza di COSPE di fronte ai finanziatori, alle istituzioni pubbliche e private, internazionali, nazionali e locali, partner e beneficiari coinvolti nel progetto;
  • Cura delle relazioni e degli accordi con le organizzazioni partner del progetto e con l’equipe COSPE in Bolivia ed in Italia; valorizzazione di sinergie e scambi anche con altri progetti portati avanti nel paese;

Requisiti obbligatori

  • Laurea e/o Master Agraria tropicale e subtropicale, scienze forestali, scienze agrarie, cooperazione allo sviluppo o equivalenti;
  • Minimo 5 anni di consolidata esperienza in gestione (amministrativa, finanziaria e risorse umane) di progetti e programmi di cooperazione e sviluppo;
  • Minimo 3 anni di lavoro all’estero, anche non continuativi;
  • Comprovata esperienza di gestione di progetti complessi di cooperazione internazionale, dal punto di vista operativo e amministrativo;
  • Capacità di progettazione su temi di interesse per il Cospe e con modalità partecipative;
  • Buona conoscenza delle procedure e norme e dei meccanismi di finanziamento dei principali donatori (UE, MAECI, fondazioni, ecc.);
  • Ottime capacità di stabilire e mantenere relazioni esterne con ONG, Enti governativi, Istituzioni pubbliche, Agenzie, Imprese in ambito profit;
  • Ottime capacità di relazionarsi con colleghi, collaboratori, volontari, donatori privati;
  • Buona conoscenza informatica;
  • Ottima conoscenza della lingua spagnola e italiana;
  • Condivisione della mission, dei valori e delle strategie di COSPE.

Requisiti preferenziali

  • Esperienza lavorativa pregressa nell’area geografica e/o in Paesi andini;
  • Esperienza di coordinamento di progetti di cooperazione internazionale con focus su filiere agroalimentari, sistemi agroforestali, agroecologia, processi partecipati, comunità indigene;
  • Coordinamento multi-progettuale e multi-settoriale;
  • Ottima conoscenza della lingua portoghese e inglese;
  • Conoscenza ed uso di strumenti di monitoraggio e valutazione di progetti e programmi;
  • Capacità di organizzare e coordinare il lavoro di gruppo;
  • Problem Solving e capacità di pianificazione;
  • Flessibilità relazionale;
  • Capacità di esercitare leadership in contesti di stress

Durata del contratto: 12 mesi, a partire da dicembre 2018, con possibile estensione fino per la durata complessiva del progetto (fino a 32 mesi totali).

INQUADRAMENTO CONTRATTUALE: Co.co.co come cooperante espatriato.

RETRIBUZIONE STIMATA: tra i 2.300 € ed i 2.600 € netti al mese, secondo il profilo e l’esperienza della candidatura.

Se interessate/i, si prega di inviare il proprio Cv in italiano e spagnolo, corredato da una lettera di presentazione,  all’indirizzo [email protected] specificando nell’oggetto del messaggio “Prog. Ayllus – 2018”,  entro e non oltre il 15/12/2018.

Le candidate ed i candidati preselezionate/i saranno invitate/i ad un colloquio. Nessuna notifica verrà inviata alle candidature non preselezionate.

Non saranno presi in considerazione CV non corrispondenti ai requisiti richiesti.

Info su COSPE - Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti

Cospe nasce nel 1983 per contribuire al superamento delle condizioni di povertà ed ingiustizia sociale nel mondo ed è oggi impegnato nella realizzazione di circa 150 progetti in 30 paesi nel mondo. Cospe inoltre promuove, in Italia e in Europa programmi e campagne per uno sviluppo equo e sostenibile, la tutela dell’ambiente e dei beni comuni, per il dialogo interculturale e i diritti umani.